La quota di mercato dei prodotti a base biologica nell’UE28 ha una tendenza in rapida crescita, grazie alla maggiore consapevolezza e alla disponibilità di prodotti nei mercati dell’UE. I prodotti industriali bio-based in crescita in Europa sono:

  • Nel 2010 l’industria chimica Europea ha utilizzato circa l’8-10% di materiali rinnovabili per produrre varie sostanze chimiche e polimeri. È stato stimato che nel 2030 fino al 30% delle sostanze chimiche e dei materiali a base di olio minerale saranno sostituiti da alternative biologiche.
  • Il mercato UE delle bio-plastiche è stato stimato in circa 485 milioni di € nel 2013, con una crescita potenziale fino a 900 milioni di € nel 2017 e fino a 1,4 miliardi nel 2020 (55% di crescita).
  • Il mercato dei bio-lubrificanti, valutato 410 milioni di € nel 2010, raggiungerà 640 milioni di euro nel 2020 (crescita del 56%).
  • Il mercato dei tensioattivi bio-based dovrebbe aumentare fino a circa 1,3 miliardi di € nel 2030, mentre attualmente è di 680 milioni di euro (crescita del 91%).
  • Il mercato dei materiali da costruzione bio-based è ancora poco sviluppato in alcuni paesi, ma presenta un interesse crescente da parte dell’industria delle costruzioni come alternativa CO2 neutrale.

Il Bio-Based Industries Joint Undertaking (BBI JU) è un partenariato pubblico-privato da 3,7 miliardi di €, tra la Commissione Europea ed il Consorzio delle Industrie Bio-based (BIC), creato per dare l’impulso ai settori bio-based per trovare nuovi modi di cooperare, attraverso la creazione di nuove strategie e obiettivi. Attua un programma di finanziamento per la ricerca e l’innovazione nell’ambito di Horizon 2020.